La Casa d’Aste DAMS srl redige per ciascuna vendita un catalogo nel quale sono descritte e/o fotografate le opere che verranno messe in vendita. Le opere, in ogni caso, possono essere sempre esaminate dal pubblico durante l’esposizione che precede l’asta.

Nel dettaglio ecco le modalità d'acquisto:


  • Partecipando con la vostra presenza, presso i nostri locali, alle vendite all'asta
  • Effettuando una commissione, redigendo il modulo scheda d'acquisto. Durante la vendita la persona da voi incaricata farà l’offerta per vs conto e sottoscriverà la relativa ricevuta d’acquisto
  • Gareggiando telefonicamente. In questo caso avrete in linea diretta un nostro interlocutore che durante lo svolgimento dell’asta seguirà le vostre direttive, previo invio scheda d'acquisto, con l’indicazione della persona da voi incaricata che dovrà essere presente in sala per sottoscrive la relativa ricevuta d’acquisto

Scheda d'acquisto

Verbale di Commissione per l’acquisto all’asta

Qui è possibile visualizzare e stampare la scheda d'acquisto. La scheda d'acquisto, debitamente compilata, deve essere inviata tramite fax al numero 06.45.55.0194 oppure recapitata presso la DAMS srl - Via Aurelia n°61/63 - 00165 Roma entro le ore 13.00 del giorno di vendita.

Condizionii Generali

Condizioni di vendita per i partecipanti alle aste

  1. La vendita viene assegnata al maggior offerente ed a pronti contanti e non potrà iniziarsi, se non vi saranno almeno 15 persone in sala. La partecipazione alle aste, ha luogo sia per offerte orali che per commissioni, per rilanci non inferiori al 5% della base d'asta, con facoltà da parte dell'interessato di rilanci superiori a sua discrezione.
  2. Precederà l'asta un'esposizione nei saloni indicati nel catalogo di vendita, la quale avrà lo scopo di far bene esaminare, lo stato di conservazione e la qualità degli oggetti esposti. La DAMS srl in qualità di mandataria non acquisisce diritti, nè assume obblighi in proprio, nè assume alcuna responsabilità in ordine alla descrizione degli oggetti contenuta nei cataloghi, ed in ogni altro materiale illustrativo le descrizioni sopra dette, sono puramente indicative e non potranno generare affidamenti di sorta negli aggiudicatari che fin da ora dichiarano essere consapevoli delle condizioni e dello stato d'uso, in cui si trova ciascun lotto e senza riserva alcuna come visto e piaciuto.
  3. Per gli oggetti che in catalogo presentino interesse artistico, storico, archeologico o etnografico e che abbiano formato oggetto di apposita notifica dello Stato, a norma degli artt. 2 e 5 della L. 01/06/39 n. 1039 e degli artt. 53 e segg. R.D. 30/01/13 n. 363 gli acquirenti saranno tenuti ad osservare le disposizioni dettate dalle citate leggi. Il rapporto di vendita si intende tuttavia perfezionato a tutti gli effetti di legge con l'aggiudicazione, fatto salvo il diritto di prelazione a favore dello Stato sull'oggetto aggiudicato, con esonero in tal caso della DAMS srl da ogni responsabilità al riguardo.
  4. Durante l'asta è in facoltà del delegato alle vendite di abbinare o separare i lotti ed eventualmente variarne l'ordine della vendita. Dopo l'aggiudicazione non è ammesso al riguardo nessun tipo di reclamo e comunque in ogno caso di risoluzione dipendente da cause imputabili alla Casa d'Aste, la stessa non potrà essere tenuta che alla sola restituzione delle somme ricevute escluso ogni risarcimento danni.
  5. In caso di contestazioni circa l'aggiudicazione di un oggetto è facoltà del delegato alle vendite di ripetere l'incanto nella seduta stessa, sulla base dell'ultima offerta raccolta. Chi partecipa alle aste è tenuto in caso di aggiudicazione ad esibire valido documento di riconoscimento dichiarando le proprie generalità ed il codice fiscale.
  6. Gli oggetti saranno aggiudicati dal banditore della vendita e l'acquirente deve versare, a giudizio insindacabile della Casa di Vendita, un acconto all'atto dell'aggiudicazione oppure effettuare il pagamento totale del prezzo comprensivo dei diritti d'asta e IVA.
  7. L'acquirente pagherà sul prezzo di aggiudicazione il 23,18% comprensivo dei diritti d'asta e IVA a titolo di commissione d'asta alla Casa d'Aste. Il pagamento degli oggetti rimasti aggiudicati va effettuato di regola per contanti a semplice richiesta della Casa d'Aste. È in facoltà della Casa d'Aste richiedere solo una parte del prezzo a titolo di caparra in conto prezzo, ricevendo il saldo in contanti o con assegno circolare al momento del ritiro. Qualora si usino altri mezzi di pagamento, la consegna degli oggetti rimasti aggiudicati, avrà luogo dopo aver verificato il buon fine del titolo. In caso di inadempienza dell'aggiudicatario compratore alla richiesta di pagamento parziale o totale effettuatagli dalla Casa d'Aste, in sede d'asta, o in momento successivo, il delegato alle vendite è autorizzato sin d'ora a rimettere in vendita l'oggetto a rischio e pericolo dell'aggiudicatario inadempiente, nella stessa tornata d'asta se possibile o in una successiva considerandolo a tutti gli effetti come non aggiudicato. In questo caso verrà applicata all'inadempiente a titolo di risarcimento del danno per la Casa d'Aste per il danno emergente ed il lucro cessante derivante dalle mancate provvigioni, una penale pari al 30% del nuovo prezzo di aggiudicazione.
  8. Gli oggetti aggiudicati dovranno essere ritirati dall'aggiudicatario entro e non oltre i 10 giorni successivi alla chiusura della vendita indicata sul catalogo, data ben cognita allo stesso ed il trasporto degli oggetti sarà fatto a cura e spese degli acquirenti. Tale termine è da considerarsi perentorio ed essenziale e nell'interesse della Casa d'Aste. Qualora per una ragione qualsiasi, l'acquirente non fosse nella possibilità di ritirare gli oggetti acquistati entro il termine perentorio sopra fissato esso sarà tenuto a corrispondere alla Casa d'Aste una penale pari al 30% del prezzo di aggiudicazione, a titolo di diritto fisso di magazzinaggio.
  9. Tutti coloro che concorrono alla vendita accettano senz'altro il regolamento che disciplina la medesima, senza riserva alcuna, e perciò rendendosi deliberati di un qualsiasi oggetto, assumono giuridicamente la responsabilità dell'acquisto fatto.
  10. Si autorizza la DAMS srl, concedendo il consenso, al trattamento dei dati personali ex art. 23 del decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196 codice in materia di protezione dei dati personali, essendo stato edotto di tutte le informazioni previste all'art. 13 stesso decreto legislativo. Responsabile dell'uso dei dati è l’ amministratore  della DAMS srl.
  11. Per eventuali contestazioni il foro competente sarà quello di Roma

Roma, 20 settembre 2014
DAMS srl